Assi, obiettivi e azioni


Per l’Asse 1.
Potenziare il sistema infrastrutturale e il trasporto pubblico per migliorare la capacità competitiva

- Sviluppare le grandi direttrici di collegamento est-ovest, nord-sud

- Realizzare interventi strutturali sulla viabilità di zona e d’area

- Migliorare la vivibilità dei centri provinciali, riqualificando le principali arterie

- Sviluppare le politiche per la sicurezza stradale e delle strade sicure

- Realizzare i poli intermodali

- Realizzare un sistema integrato intorno all’Sfmr e implementarlo sulle tratte di Montebelluna e Conegliano

- Innovare il trasporto pubblico:integrazione e tariffaria e sistema di localizzazione satellitare

- Incrementate la cablatura e lo sviluppo delle infrastrutture telematiche


Per l’Asse 2.
Realizzare un sistema di gestione del territorio, equo, sostenibile e innovativo

- Controllo delle emissioni e certificazione ambientale quale valore aggiunto della crescita

- Foraggiare le imprese che progettano nuove tecnologie per lo sviluppo sostenibile

- Qualità dell’aria e della mobilità al centro dei percorsi di vivibilità dei centri urbani

- Realizzare il bilancio ecologico, valorizzare il ciclo delle acque, potenziare la tutela del suolo e un sistema di videosorveglianza dei fiumi

- Realizzare un progetto complessivo per la gestione dei rifiuti

- Facilitare il percorso di recupero delle aree produttive, realizzare l’atlante e nuovi modelli progettuali per le aree produttive

- Revisionare il PTCP, con linee guida per il controllo e la pianificazione territoriale

- Utilizzare i progetti europei per il tema dei materiale da scavo e materiale da riciclo

- Attuare e sviluppare il distretto della bioedilizia

- Creare i distretti rurali e agro-alimentari di qualità

- Promozione dei prodotti tipici, dell’agricoltura e dell’artigianato e i circuiti dell’agriturismo

- Sviluppare progetti del parco del Sile

- Realizzare un sistema di video sorveglianza dei fiumi

- Sostenere i progetti di produzione energetica alternativa

 

Per l’Asse 3.
Innovazione e riposizionamento competitivo della Marca

- Creare un Innovation park del terziario, potenziare le nano tecnologie e l’innovazione eco-ambientale delle imprese

- Sviluppare un nuovo sistema di relazione strategica con l’Unione europea

- Promuovere l’integrazione di filiera tramite tecnologie collaborative di rete e strumentimanageriali evoluti, anche con riferimento all’ottimizzazione della logistica.

- Diffondere il commercio elettronico in logica B2B e B2C, realizzare portali di distrettoper la promozione dei prodotti e la gestione integrata/promozione delle capacità produttive, favorire la nascita di comunità virtuali.

- Favorire l’innovazione, la qualificazione e la certificazione di prodotto tramite centri di eccellenza per la ricerca applicata, per analisi, test e sperimentazioni, per il trasferimento tecnologico.

- Sviluppare strumenti innovativi di esplorazione dei mercati e di analisi della domanda a supporto delle strategie d’internazionalizzazione commerciale delle imprese.

- Sviluppare un sistema di sostegno concertato delle delocalizzazioni e un osservatorio sui processi di internazionalizzazione produttiva

- Realizzare un unico ente fieristico (Godeca e S.Lucia di Piave) e una cyber fiera

- Sostenere l’aggregazione tra imprese nelle autoriparazioni, carrozzerie, appalti di lavori e servizi e le aggregazioni on line

- Realizzare nuovi strumenti per il credito d’impresa e agevolare chi fa innovazione

- Realizzare un percorso sull’autoimprenditorialità, con iniziative di aggregazione e certificazione tra autoimprenditori e i vari contesti produttivi, nonché produzione di normativa locale, regionale e nazionale

- Sviluppare il bilancio sociale uno strumento di valorizzazione e comunicazione del sistema produttivo locale

- Realizzare un marchio etico della produzione trevigiana e un osservatorio dei bilanci sociali territoriali


Per l’Asse 4.
Sviluppare le politiche della conoscenza come leva strategica

- Realizzare un progetto di learnig region e un network provinciale della formazione

- Sviluppare percorsi di formazione multilivello, correlati alle specificità distrettuali ed in rete con centri di eccellenza, università, parchi scientifici.

- Realizzare una management company

- Favorire e sostenere la collaborazione fra corsi universitari presenti nel territorio e sistema produttivo sui temi della ricerca e dell’innovazione di frontiera (design, materiali, prodotti, processi, etc.)

- Realizzare progetti di valutazione e valorizzazione delle competenze, di riqualificazione professionale e di "outplacement" per la ricollocazione dei lavoratori in esubero

- Realizzazione dei tre poli della città dei mestieri

- Realizzare un laboratorio per l’erogazione di servizi nel campo dell’orientamento

- Definire una rete di istituzioni per realizzare un collettore dell’orientamento

- Riqualificare gli edifici scolastici e realizzarne di nuovi

- Potenziare l’alta formazione per la pubblica amministrazione

- Realizzare un progetto per la transizione di impresa

- Realizzare un progetto di formazione imprenditoriale su e-commerce, bioedilizia, tecnologie e innovazione delle imprese in rete, del mercato e della gestione d’azienda


Per l’Asse 5.
Promuovere la Marca, come provincia della cultura, del turismo e dello sport

- Fare della Marca un distretto dell’artigianato artistico, dell’arte, del turismo

- Realizzare gli itinerari culturali e storici: i luoghi della Grande Guerra, la strada dell’Architettura, la via Claudia Augusta e i luoghi dell’archeologia, il Terraglio, le città Murate, castelli e fortificazioni, gli Ambiti etnografici

- Realizzare gli itinerari enogastronomici: Gli itinerari del vino e le aree D.O.C., le aree del gusto

- Realizzare gli itinerari naturalistici: L’Alta Via TV1, le aree fluviali, i percorsi ciclonaturalistici

- Sviluppare i luoghi dello sport: le aree ed itinerari dello sport, l’anello ciclistico del Montello

- Valorizzare il Paesaggio del benessere: gli Itinerari termali

- Valorizzare i distretti turistico-produttivi: le aree turistico-produttive

- Superare i limiti formativi dell'offerta sportiva e ridurre il fenomeno della dispersione

- Definire prodotti turistici territoriali e sintonizzare promozione, accoglienza, prodotti e potenziare le scelte eco-museali

- Fare sistema tra la qualità ambientale e l’offerta culturale e sviluppare le iniziative di marketing e comarketing

- Sviluppare la rete dei musei trevigiani e realizzare il marketing culturale per l’offerta culturale e museale provinciale


Per l’Asse 6.
Sostenere una nuova stagione di benessere e di qualità dei servizi e del lavoro, quale risorsa per lo sviluppo

- Creare una rete di sostegno al credito per immigrati, giovani e donne

- Realizzare la mappa socio-sanitarie provinciale

- Creare un osservatorio sui valori dei giovani

- Rafforzare la rete di strutture e servizi socio assistenziali di accoglienza per portatori di handicap e prive di adeguata assistenza familiare

- Sviluppare e sostenere nuove politiche per la famiglia

- Una rete dei servizi per la tutela socio sanitaria dei bambini immigrati e delle loro famiglie e lo sviluppo culturale della II generazione

- Sviluppare progetti di inserimento lavorativo dei soggetti deboli

- Realizzare un tavolo per la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro

- Realizzare una "Conferenza provinciale sull'immigrazione"

- Realizzazione di un osservatori sulle povertà e sul disagio abitativo

- Costruire progetti di valorizzazione sociale delle risorse delle persone anziane e contrastare "l'analfabetismo di ritorno".

- Realizzare progetti a difesa e valorizzazione del risparmio dei cittadini della Marca

- Sviluppare il progetto Incubatore di impresa per il terzo settore

- Mettere in rete tutte le strutture sanitarie e ospedaliere della Marca e realizzare un sistema di teleassistenza


 

Gli obiettivi degli assi strategici

Ogni Asse strategico si pone il raggiungimento di alcuni obiettivi specifici.

Asse 1.
Potenziare il sistema infrastrutturale e il trasporto pubblico per migliorare la capacità competitiva

Gli obiettivi sono:
a.Un nuovo sistema viario decongestionato, funzionale allo sviluppo e in grado di collocare la Marca al centro delle traiettorie di trasporto europee
b.Innovare la logistica
c.Qualificare il trasporto pubblico sull’integrazione ferro gomma
d.Potenziare le infrastrutture immateriali e delle reti

Asse 2.
Realizzare un sistema di gestione del territorio, equo, sostenibile e innovativo

Gli obiettivi sono:
a.Sviluppare l’eco innovazione nel settore produttivo e in quello dell’offerta ambientale e sostenere l’eco-development
b.Innovare le politiche per un ambiente di qualità quale motore dello sviluppo e possibile marchio del Made in Treviso
c.Promuovere l’agro-alimentare come fattore di integrazione del territorio, dell’identità dei luoghi e dello sviluppo economico
d.Favorire il riassetto delle destinazioni d’uso del territorio e promuovere le tecnologie costruttive a basso impatto

Asse 3.
Innovazione e riposizionamento competitivo della Marca

Gli obiettivi sono:
a.Fare dell’innovazione il fronte di crescita e sviluppo del territorio
b.Valorizzazione delle filiere produttive e delle specificità distrettuali
c.Accompagnare le politiche di internazionalizzazione, gestire il riposizionamento produttivo e gli effetti delle delocalizzazioni
d.Sviluppare azioni di marketing territoriale e rafforzare il sistema fieristico
e.Favorire l’aggregazione tre le imprese e potenziare il sistema di relazione con il credito
f. sostenere lo sviluppo del terziario, dei servizi alle imprese e dei nuovi fenomeni di autoimprenditorialità
g.Fare dell’etica d’impresa un fattore di riconoscibilità del tessuto produttivo della Marca


Asse 4.
Sviluppare le politiche della conoscenza come leva strategica

Gli obiettivi sono:
a.Realizzate un sistema di filiere formative connesso ai bisogni delle piccole e medie imprese, che garantisca un network di informazione, formazione e innovazione
b.Presidio e ricombinazione delle conoscenze, materiali e immateriali
c.Rendere il sistema di formazione di ingresso, permanente e continuo, un sistema della qualità
d.Rafforzare l’alta formazione per la classe dirigente e per il passaggio generazionale


Asse 5.
Promuovere la Marca, come provincia della cultura, del turismo e dello sport

Gli obiettivi sono:
a.Rilanciare il turismo e utilizzarlo come leva di valorizzazione dei luoghi, dell’ambiente, delle tipicità e dell’offerta culturale locale
b.Sostenere il sistema sportivo trevigiano, come fattore della qualità della vita
c.Potenziare le politiche di rete degli eventi e delle occasioni culturali
d.Valorizzazione del patrimonio artistico, naturale e museale
e.Valorizzare le politiche a sostegno della creatività trevigiana: arte e artigianato artistico


Asse 6.
Sostenere una nuova stagione di benessere e di qualità dei servizi e del lavoro, quale risorsa per lo sviluppo.


Gli obiettivi sono:
a.Alimentare la coesione sociale e le politiche per salute: una comunità attenta alla famiglia, che si prende cura di anziani, giovani e disabili
b.Sostenere la crescita del capitale sociale: giovani, famiglia, patto intergenerazionale, relazionalità e politiche del tempo
c.Sostenere le politiche per l’immigrazione per una azione equilibrata di inclusione, sicurezza e crescita per tutti
d.Incentivazione delle politiche per le pari opportunità
e.Favorire la crescita e valorizzare il ruolo delle imprese del terzo settore nella specificità dei bisogni del territorio
f.Sostenere le politiche a difesa dei consumatori e dei risparmiatori
g.Facilitare la riorganizzazione dei servizi pubblici, favorendo la cooperazione e l’innovazione nei sistemi di gestione
h. ncentivare le politiche per la sicurezza del lavoro

 


Piano strategico della Provincia di Treviso

Per informazioni: tel 0422656004 - fax 0422.656354 - mail: pianostrategico@provincia.treviso.it